La prematurità è emotivamente come una guerra

Reazioni emozionali e posttraumatiche della mamma dopo una nascita pretermine: l’interazione madre-bambino è a rischio 12 mesi dopo la nascita

Il gruppo di Anne-Cécile Petit ha condotto uno studio sulle reazioni emotive della madre costrette a vivere l’esperienza della nascita prematermine. I ricercatori hanno notato che, a distanza di 12 mesi, le madri avevano vissuti simili a quelli del disturbo post-traumatico da stress (quello che si riscontra dopo le guerre o gravi tragedie) e che questo entrava in gioco nell’interazione madre-figlio 12 mesi dopo la nascita.

Quali erano gli obiettivi dello studio?

E’ noto che i neonati molto prematuri sono a rischio di disturbi dello sviluppo e del comportamento. Queste condizioni dovrebbero alterare le interazioni madre-bambino. L’ipotesi di questo studio è che anche il vissuto genitoriale legato alla nascita prematura possa influenzare le interazioni con il proprio figlio.

Che metodi hanno utilizzato?

100 diadi sono state incluse in 3 ospedali universitari in Francia. I bambini prematuri ad alto rischio di disturbi dello sviluppo neurologico (PRI> 10) sono stati esclusi per focalizzare i determinanti materni dell’interazione madre-bambino. Riportiamo il follow-up di questa coorte durante un anno dopo la nascita prematura, con una valutazione regolare dello stato somatico del bimbo, dello stato psicologico della madre e della valutazione dell’interazione madre-bambino a 12 mesi attraverso scale di valutazione validate (mPPQ, HADS, EPDS, PRI , DDST e PIPE).

Quali sono stati i risultati dello studio?

Lo studio mostra quanto più la mamma ha una reazione emotiva intensa a 6 mesi dalla nascita, quanto peggiore è la qualità dell’interazione madre-bambino a distanza di 12 mesi. Sostanzialmente più le madri vivono una condizione intensa di disturbo post-traumatico, più la relazione con il figlio è problematica.

Inoltre, anche i sintomi ansiosi e depressivi della madre 6 e 12 mesi dopo la nascita sono correlati alla qualità dell’interazione madre-bambino a 12 mesi. me

Mentre, sorprendentemente, l’interazione non è influenzata dallo stato affettivo iniziale della madre nelle due settimane dopo la nascita. Non è la prima reazione alla nascita pretermine che influenza il grado di stress della madre e l’interazione con il bimbo, ma la reazione successiva alla nascita pretermine ovvero l’elaborazione dell’evento stesso.

In questa particolare popolazione di neonati a basso rischio di sequele cliniche, mostriamo anche che la qualità dell’interazione madre-bambino non è correlata con la valutazione del bambino nel periodo neonatale, ma è correlata con le sue abilità di coordinazione 12 mesi dopo la nascita.

A quali conclusioni sono giunti gli autori dello studio?

Questo studio suggerisce che la condizione psicologica di un genitore in terapia intensiva è equiparabile a quella di un soldato in guerra, entrambi sviluppano un disturbo post-traumatico da stress. La nascita pretermine viene vissuta come un trauma, al pari di una guerra, e allo stesso modo le prime ripercussione si vedono nella fase di elaborazione successiva all’evento traumatico. Per questo un obiettivo fondamentale dovrebbe essere proprio quello di aiutare le madri ad elaborare l’evento durante il primo anno di follow-up dei neonati molto prematuri.

Suggerisce inoltre che debbano essere proposti degli interventi per i genitori quando si sospetta una reazione post-traumatica, ansiosa o depressiva.

 

—————————————————————————————

Come respira una piuma” il romanzo di Marcello Florita, psicologo e psicoterapeuta, sull’essere genitori di bambini nati pretermine.

Copertina COME RESPIRA UNA PIUMA

“Un libro da leggere, da scoprire, da condividere,
una storia che ne racchiude altre,
tutte molto forti,
emozionanti
e senza dubbio indimentibabili”
Oubliette Magazine

—————————————————————————————

Artcolo originale:

Petit A-C, Eutrope J, Thierry A, Bednarek N, Aupetit L, Saad S, et al. (2016) Mother’s Emotional and Posttraumatic Reactions after a Preterm Birth: The Mother-Infant Interaction Is at Stake 12 Months after Birth. PLoS ONE 11(3): e0151091. doi:10.1371/ journal.pone.0151091:

per leggere l’articolo originale clicca qui: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27022953

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial